I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da questo sito

user_mobilelogo
Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Fattoria Didattica Sociale

"L'obiettivo finale dell'agricoltura non è la coltivazione di colture, ma la coltivazione e la perfezione degli esseri umani"

(Masanobu Fukuoka)

Gli obiettivi della Fattoria Didattica Sociale

Con la Fattoria Didattica Sociale, Anidagri supporta le persone che presentano forme di svantaggio psico-fisico o disagio sociale, attraverso servizi educativi, culturali e di aiuto alle famiglie e alle istituzioni didattiche.

LAVORANDO LA TERRA RECUPERIAMO L'EQUILIBRIO

Lavorare la terra aiuta a scoprire nuovi interessi, a sviluppare abilità manuali e a recuperare l'equilibrio. Inoltre è un'ottima occasione per confrontarsi e socializzare, immersi nella pace e nella serenità della natura. È anche un'ottima opportunità per imparare un mestiere: l'offerta formativa di Anidagri è davvero ampia e spazia dalle filiere produttive (sciroppo e marmellata di rose, coltivazione di erbe aromatiche, riconoscimento delle erbe spontanee, laboratori di pane, gli antichi ortaggi del Tigullio), all'allevamento di animali. Per questo la fattoria sociale rappresenta una reale possibilità di inserimento lavorativo.

LA PET THERAPY

La terapia assistita con gli asini, animali dotati di una particolare sensibilità, è particolarmente indicata per le patologie classiche della paralisi celebrale infantile, dell'autismo o della sindrome di Down, ma anche nelle patologie acquisite in conseguenza di traumi. È utilizzata per chi soffre di disturbi della personalità, per portatori di handicap  motori, non vedenti e chi soffre di stress e depressione. 

Infatti l'asino possiede delle caratteristiche particolari (taglia ridotta, pazienza, morbidezza al tatto, lentezza di movimento e tendenza ad andature monotone). L'animale in pratica facilita la comunicazione  con il paziente, con un aiuto concreto che passa semplicemente attraverso le cure e il gioco.

 

Percorso

Chi è online

Abbiamo 50 visitatori e nessun utente online